Decreto Energia: possibile riapertura della rivalutazione dei terreni e delle partecipazioni

Il Decreto Energia ripropone la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di:

  • terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi;
  • partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di proprietà e usufrutto;

alla data del 1° gennaio 2022, non in regime d’impresa, da parte di persone fisiche, società semplici e associazioni professionali, nonché enti non commerciali.

È fissato al 15 giugno 2022 il termine entro il quale provvedere alla redazione ed all’asseverazione della perizia di stima nonché al versamento dell’imposta sostitutiva che rispetto alla precedete rivalutazione passa dall’11% al 14%.

L’imposta sostitutiva potrà essere versata in un’unica soluzione entro il 15 giugno 2022 oppure, in alternativa, in 3 rate annuali di pari importo, a decorrere dal giugno 2022 applicando alle rate successive alla prima gli interessi nella misura del 3% annuo.

Fonte SEAC spa