Contributo a fondo perduto per la ristorazione collettiva: Decreto MISE

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 22 febbraio 2022, n. 44, il Decreto MISE 23 dicembre 2021 che, in attuazione a quanto previsto dall’art. 43-bis, D.L. n. 73/2021, c.d. “Decreto Sostegni-bis”, definisce i criteri e le modalità per l’erogazione dei contributi a fondo perduto a favore delle imprese operanti nel settori della ristorazione collettiva.

In particolare possono beneficiare di tali contributi gli operatori della ristorazione collettiva che:

  • nel 2020 abbiano subìto una riduzione del fatturato non inferiore al 15% rispetto all’anno precedente la cui attività sia compresa nei codici Ateco “56.29.10, Mense” o “56.29.20, Catering continuativo su base contrattuale”;
  • risultano regolarmente costituiti, iscritti e attivi nel Registro delle imprese e che hanno sede legale o operativa in Italia;
  • presentano un ammontare dei ricavi del 2019 costituito per almeno il 50% dai corrispettivi deicontratti di ristorazione non occasionale con una comunità delimitata e definita, come scuole, uffici, strutture ospedaliere, ecc..

Al sostegno si accede presentando istanza, esclusivamente in via telematica, all’Agenzia delle Entrate. Si evidenzia che le modalità di effettuazione dell’istanza, il contenuto, nonché i relativi termini di presentazione vengono demandate ad un apposito Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate da emanare entro 60 giorni dalla data di pubblicazione in Gazzetta del decreto attuativo.

Fonte SEAC spa