Aumentato a € 2.000 il limite per i trasferimenti di denaro contante nel 2022

Secondo quanto previsto dall’articolo 49, D.Lgs. n. 231/2007, a partire dal 1° gennaio 2022 la soglia per i trasferimenti di denaro contante tra persone fisiche o giuridiche è stata ridotta da € 2.000 a € 1.000.Tra le novità contenute nella Legge di conversione del D.L. n. 228/2021,c.d.”Decreto Milleproroghe“, si segnala il differimento al 1° gennaio 2023 della riduzione del predetto limite di € 1.000, ripristinando per il 2022 la soglia pari ad € 2.000.
La limitazione riguarda “complessivamente” il valore oggetto di trasferimento e si applica anche alle c.d. “operazioni frazionate”, ossia ai pagamenti inferiori al limite che appaiono artificiosamente frazionati, quale e sia la causa / titolo.

Fonte SEAC spa