Archivi Annuali: 2022

L’Agenzia risponde

Di seguito si riportano le Risposte alle istanze di interpello e consulenza giuridica nonché i Principi di diritto dell’Agenzia delle Entrate relativi al periodo 30.9 – 6.10.2022. I documenti riferiti agli argomenti di maggiore interesse sono / saranno sinteticamente commentati nel Seac Report. RISPOSTE INTERPELLO N.DataArgomento48303.10.2022Aliquota IVA dispositivi medici48403.10.2022Note variazione IVA e scissione societaria48503.10.2022Note variazione IVA tardiva insinuazione al passivo48604.10.2022Associazione professionale e nuovo regime dividendi distribuiti a società semplici48705.10.2022Rappresentante gruppo IVA48805.10.2022Nota variazione IVA e acconto48905.10.2022Esenzione IVA servizi gestione fondi comuni investimento49005.10.2022Aliquota IVA servizi messa in sicurezza preliminari a bonifica49105.10.2022Sopravvenienze passive somme versate per risarcimento danni da esercizio abusivo attività di direzione e coordinamento49205.10.2022Distribuzione riserve in sospensione d’imposta49305.10.2022Documentazione e registrazione operazioni […]

Le opportunità di assumere la qualifica di impresa sociale opportunità anche per le società sportive dilettantistiche?

Il contributo esamina la complessiva disciplina dell’impresa sociale, che consente l’esercizio in forma di impresa di attività di interesse generale, con l’applicazione di un regime fiscale di favore. In particolare, con riferimento alle Società sportive dilettantistiche, viene indagata la convenienza, dal punto di vista tributario, ad assumere anche la qualifica di impresa sociale, alla luce della Riforma (per ora sospesa, ma di prossima applicazione) degli enti sportivi, ad opera del D.Lgs n. 36/2021. di Emanuele Falorni * Il perimetro della qualifica di impresa sociale L’impresa sociale non è una forma giuridica ma è una qualifica che può essere assunta da tutti gli enti privati, inclusi quelli costituiti nelle forme di cui al libro […]

Definito il contributo per le eccellenze del settore gastronomico ed agroalimentare italiano

Con la pubblicazione sulla G.U dell’apposito Decreto è operativa l’attuazione del fondo, istituito dalla Finanziaria 2022, destinato al sostegno del settore gastronomico / agroalimentare italiano. In particolare ristoranti / gelaterie / pasticcerie / produttori di pasticceria fresca possono beneficiare di un contributo (non superiore al 70% della spesa / € 30.000 per impresa) in relazione all’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali nuovi per l’esercizio dell’attività. Al fine di sostenere le eccellenze del settore gastronomico / agroalimentare italiano, valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico, promuovere i prodotti a denominazione d’origine e indicazione geografica, nonché gli investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli, l’art. 1, comma 868, Legge n. […]

Pronto il codice tributo del credito d’imposta 2 rata IMU 2021 settore turismo

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo per l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 del credito d’imposta, previsto dal c.d. “Decreto Ucraina”, a favore delle imprese del settore turistico – ricettivo pari al 50% della seconda rata IMU 2021. Nell’ambito del DL n. 21/2022, c.d. “Decreto Ucraina”, con l’art. 22 il Legislatore al fine di ridurre gli effetti connessi al perdurare dell’emergenza COVID-19 nonché all’incremento dei prezzi dell’energia ha riconosciuto per il 2022 un contributo, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese del settore turistico – ricettivo pari al 50% della seconda rata IMU 2021. Il bonus è riferito all’IMU relativa agli immobili di categoria D/2 (alberghi, pensioni, villaggi turistici, ecc.) presso i […]

Il merito creditizio (rating) e l’analisi di bilancio

Per merito creditizio si intende l’affidabilità di un determinato soggetto da un punto di vista economico e finanziario nei confronti del sistema bancario. Alla base del merito creditizio c’è una valutazione con due parti in gioco: il valutatore (la banca) e il valutato (l’impresa). La creazione di modelli statistico matematici hanno contribuito a rendere questa valutazione il più oggettiva possibile.Tra i diversi criteri di valutazione vi sono degli indicatori che derivano dall’analisi di bilancio che riguardano però solamente una parte dell’analisi tradizionale in quanto si concentrano solamente sul rischio finanziario tralasciando altri aspetti che normalmente vengono presi in considerazione dagli analisti di bilancio. di Toccoli Giuseppe Premessa Con gli accordi […]

Le agevolazioni fiscali per gli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche possono beneficiare, in presenza dei prescritti presupposti soggettivi e oggettivi, dei seguenti bonus edilizi: i) detrazione IRPEF (Bonus Casa) nella misura del 50% su un ammontare massimo di spese agevolate paria 96.000,00 euro (articolo 16-bis, comma 1, lett. e) del TUIR); ii) detrazione IRPEF/IRES (Superbonus) nella misura del 110% su un ammontare massimo di spese agevolate pari a 96.000,00 euro (articolo 119, comma 2 e comma 4 del D.L. 34/2020); iii) detrazione IRPEF/IRES (bonus anti-barriere) nella misura del 75% su un ammontare massimo di spese che dipende dalla tipologia di edificio oggetto degli interventi, ossia 50.000,00 euro per gli interventi negli edifici unifamiliari (o nelle singole unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno), 40.000,00 […]

Decreto Aiuti-bis – Le novità in sede di conversione

Il 22 settembre è entrata in vigore la Legge di conversione del Decreto Aiuti-bis, un provvedimento dedicato per la maggior parte a misure di sostegno, soprattutto con riferimento al caro energia e gas. Tra le misure più significative del Decreto figuravano la riduzione dell’IVA e degli oneri generali di sistema, nonché la previsione di crediti d’imposta a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Il Decreto conteneva poi anche l’importante diposizione sull’aumento della soglia di esenzione prevista per i fringe benefit che da 258 euro passa, per il 2022, a 600 euro. In sede di conversione il decreto si arricchisce di poche ma rilevanti novità di […]

Crediti d’imposta energetici: pronti i codici tributo per ottobre e novembre / quarto trimestre

Nell’ambito del “Decreto Aiuti-ter” è stata disposta l’estensione temporale dei contributi straordinari, sotto forma di crediti d’imposta, finalizzati a contrastare l’aumento del costo dei prodotti energetici e del carburante. In particolare l’agevolazione spettante: – alle imprese energivore / non energivore, gasivore / non gasivore, è riconosciuta anche per le spese sostenute per l’energia elettrica / gas naturale consumati a ottobre / novembre 2022;– alle imprese esercenti attività agricola e della pesca, è riconosciuta anche per la spesa per l’acquisto di carburante sostenuta nel quarto trimestre 2022.Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha istituito gli specifici codici tributo per l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 dei crediti d’imposta in esame. Il Legislatore, nell’ambito […]

Conversione in legge del decreto aiuti bis – Le norme in materia lavoro

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 221 del 21 settembre 2022 è stata pubblicata la Legge n. 142 del 21 settembre 2022, di conversione del Decreto Legge n. 115/2022, c.d. Decreto Aiuti bis. In tale sede sono state sostanzialmente confermate le misure di interesse per i datori di lavoro/sostituti d’imposta e sono state ripristinate alcune disposizioni in materia di lavoro agile vigenti durante il periodo di emergenza da Covid-19. di Alice Vindimian – Centro Studi Normativa del Lavoro Seac La Legge n. 142 del 21 settembre 2022, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 221 del 21 settembre 2022, ha convertito in legge il Decreto Aiuti bis (DL n. 115/2022), recante “Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche […]

Mutuo dissenso e implicazioni fiscali: un’applicazione pratica con l’agevolazione “prima casa”

Si propone una breve disamina in merito all’ipotesi di estinzione/scioglimento di contratti ed in particolare quello di compravendita immobiliare, evidenziandone in tal caso anche le implicazioni fiscali. di Daniele Vidalot – Notaio L’articolo 1321 del C.C. dispone che “il contratto è l’accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale”. Inoltre, l’articolo 1372 del C.C. prevede che “il contratto può essere sciolto per mutuo consenso”. All’interno della possibilità data alle parti di estinguere e di sciogliere un rapporto giuridico patrimoniale è pertanto ricompresa la possibilità di convenire un contratto di mutuo dissenso, con cui i soggetti legittimati sciolgono, con un nuovo accordo, il vincolo […]