Iper ammortamento e forza maggiore: Interpello

Con Risposta ad Interpello 29 dicembre 2021, n. 875, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli effetti della pandemia Covid-19 sulla alla possibilità di beneficiare del cd. “iper ammortamento” di cui all’articolo 1, commi 60-65, Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge di bilancio 2019). 
In particolare, l’istante chiede se la chiusura degli impianti industriali e il blocco degli spostamenti, causati dall’intervento dell’Autorità governativa decretante lo stato di emergenza a partire dal 31 gennaio 2020, possa configurarsi come una causa di forza maggiore idonea a consentire la dilazione dell’orizzonte temporale per la fruizione dell’iper ammortamento, attraverso una prolungamento del termine del 31 dicembre 2020 (completamento dell’investimento), di cui all’articolo 1, comma 60, della legge n. 145 del 2018, nel rispetto della “condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione” (cd. prenotazione dell’investimento).
L’Agenzia delle Entrate ritiene non ricorrano, in assenza di un espresso intervento del Legislatore, le condizioni per riconoscere una proroga del termine finale di effettuazione degli investimenti.

Fonte SEAC spa