Archivi Giornalieri: Dicembre 22, 2021

Biglietteria automatizzata: proroga per l’adeguamento ai sistemi riconosciuti idonei

Con Provvedimento 21 dicembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha modificato il Provvedimento 27 giugno 2019, prevedendo un’ulteriore proroga di dieci mesi del termine entro cui ottenere il riconoscimento di idoneità dei sistemi di biglietterie automatizzate per la vendita o qualsiasi altra forma di collocamento di titoli di accesso.I titolari di biglietterie, pertanto, devono adeguarsi ai sistemi che hanno ottenuto l’idoneità al Provvedimento 27 giugno 2019 nel termine di 40 mesi dalla data di pubblicazione di quest’ultimo. Fonte SEAC spa

Istituito il codice tributo per il contributo “start-up”: Risoluzione

Con Risoluzione 20 dicembre 2021, n. 75, l’Agenzia delle Entrate ha istituito lo specifico codice tributo per poter utilizzare in compensazione il contributo a fondo perduto riconosciuto alle “start-up” dall’art. 1-ter, D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”.Il codice tributo è il seguente:   “6956” denominato “Contributo a fondo perduto per le start-up – credito d’imposta da utilizzare in compensazione – art. 1- ter DL n. 41 del 2021”. Fonte SEAC spa

Determinazione contributo a fondo perduto “start-up”: Provvedimento

Con Provvedimento 17 dicembre 2021 l’Agenzia delle Entrate ha determinato nel 100% la percentuale in cui è riconosciuto il contributo a fondo perduto in favore delle “start-up” di cui all’art. 1-ter, D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni”.In particolare, la stessa Agenzia ha precisato che il contributo è riconosciuto ai soggetti che hanno: presentato la specifica richiesta di accesso nei termini;superato i relativi controlli di spettanza; stabiliti dal Provvedimento 8 novembre 2021. Fonte SEAC spa

Errata fatturazione ed emissione nota di variazione

Con Risposta ad Interpello 17 dicembre 2021, n. 832, l’Agenzia delle Entrate ha fornito dei chiarimenti in merito alla possibilità di emettere una nota di credito a storno totale di fatture (trasmesse erroneamente al committente) con diritto alla detrazione d’imposta, qualora sia già trascorso un anno dall’emissione delle fatture.In particolare l’Agenzia ricorda che l’emissione di una nota di variazione, di cui al comma 2, art. 26, D.P.R. n. 633/1972, rappresenta lo strumento principale per porre rimedio ad eventuali errori compiuti in sede di fatturazione. Si evidenzia, tuttavia, che vi è un limite temporale per porre in essere una variazione in diminuzione che, nel caso di errori, è fissato in “un anno dall’effettuazione dell’operazione imponibile“.Nel caso di specie, alla luce del […]