Esenzione da IVA per le società di capitali: Cassazione

Con Sentenza 2 novembre 2021, n. 30975, la Corte di Cassazione ha stabilito che anche una società di capitali può beneficiare dell’esenzione da IVA, prevista dall’art. 10, comma 1, n. 27-ter, D.P.R. n. 633/1972, se le prestazioni concretamente svolte sono assistenziali e finalizzate a soddisfare esigenze di carattere generale.  
Nella fattispecie in esame, la società contribuente aveva le caratteristiche di un ente con carattere sociale prevalente in quanto non caratterizzato dalla sistematica ricerca del profitto; di conseguenza, ha diritto all’esenzione prevista dall’art. 10, comma 1, n. 27-ter, D.P.R. n. 633/1972.
La Corte di Cassazione richiama, infatti, la  giurisprudenza comunitaria secondo la quale l’art. 13, parte A, n. 1, lett. g) e h), VI Direttiva 77/388, va interpretato nel senso che la nozione di organismi riconosciuti come aventi carattere sociale dallo Stato membro interessato non esclude enti privati che perseguono fini di lucro.

Fonte SEAC spa