CFP perequativo: percentuali definite dal MEF

È in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il Decreto MEF attuativo dell’art. 1, commi da 16 a 27, D.L. n. 73/2021 (c.d. Decreto “Sostegni-bis”) che prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione o che producono reddito agrario, che abbiano registrato un peggioramento del risultato economico d’esercizio relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020 rispetto al periodo d’imposta precedente.

In particolare, per accedere al CFP è necessario che:

  • il peggioramento del risultato economico in corso al 31 dicembre 2020 sia pari almeno al 30% rispetto al risultato economico in corso al 31 dicembre 2019;
  • i soggetti interessati abbiano presentato, entro il 30 settembre 2021, la dichiarazione dei redditi relativa al 2020.

Si tenga presente che non spetta alcun contributo se l’ammontare complessivo dei contributi già riconosciuti dall’Agenzia delle entrate  è uguale o maggiore alla differenza tra il risultato economico d’esercizio in corso al 31 dicembre 2020 e quello in corso al 31 dicembre 2019.

Fonte SEAC spa