Archivi Giornalieri: Novembre 2, 2021

Nuove regole per l’invio dei dati delle operazioni transfrontaliere: Provvedimento

Con Provvedimento 2 novembre 2021 l’Agenzia delle Entrate ha disposto delle modifiche all’art. 9 del precedente Provvedimento 30 aprile 2018, relativo alla trasmissione telematica dei dati delle operazioni transfrontaliere.In particolare si prevede che a partire dal 1° gennaio 2022, i dati relativi alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi, effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, saranno trasmessi esclusivamente mediante SDI ed utilizzando il formato del file fattura elettronica, tenendo conto che l’invio dovrà essere effettuato: per le operazioni attive, entro i termini di emissione delle fatture o dei documenti che ne certificano i corrispettivi;per le operazioni passive, entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di ricevimento del documento che attesta l’operazione o l’effettuazione della stessa. […]

Emissione di fatture elettroniche non imponibili: Provvedimento

Con Provvedimento 29 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha disposto che per emettere fattura elettronica per operazioni non imponibili ai sensi dell’art. 8, comma 1, lett. c), D.P.R. n. 633/1972, da trasmettere al sistema SDI, nei confronti di un esportatore abituale, si deve utilizzare esclusivamente il tracciato xml della fattura ordinaria.La fattura elettronica deve riportare: nel campo <Natura> il codice N3.5 “Non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento”;gli estremi del protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento trasmessa all’Agenzia delle Entrate dall’esportatore abituale.  Fonte SEAC spa

Pronte le istruzioni per il Tax credit tessile: Comunicato Stampa

Con Comunicato Stampa 29 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato che è possibile presentare la domanda per accedere al bonus tessile, moda e accessori, ossia un credito d’imposta pari al 30% del valore calcolato sulle rimanenze di magazzino  introdotto dal c.d. “decreto Rilancio”, a partire dal: 29 ottobre sino al 22 novembre 2021, relativo all’anno 2020;10 maggio al 10 giugno 2022, riferito all’anno d’imposta 2021. L’invio della domanda, però, rimane in attesa dell’autorizzazione della Commissione europea. Una volta arrivato il via libera, gli operatori potranno utilizzare il credito, esclusivamente in compensazione entro e non oltre il periodo d’imposta successivo a quello di maturazione.Al termine del periodo di presentazione delle comunicazioni, sulla base delle richieste pervenute, l’Agenzia determinerà e […]