La Comunicazione dell’Agenzia delle Entrate in caso di mancato invio della LIPE

Con Provvedimento 7 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto le modalità con cui vengono messe a disposizione dei soggetti passivi ai fini IVA, le informazioni in presenza di anomalie derivanti da un confronto tra le fatture elettroniche emesse, i corrispettivi telematici memorizzati e trasmessi, le operazioni transfrontaliere comunicate dai contribuenti e le comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA.
In particolare l’Agenzia delle Entrate invia una Comunicazione  al contribuente, tramite PEC, qualora rilevi che, in relazione a ciascun trimestre, risultino emesse fatture elettroniche o memorizzati e trasmessi corrispettivi telematici o comunicate operazioni transfrontaliere per le quali non risulta, invece, inviata la Comunicazione delle  liquidazioni periodiche IVA.
Tale comunicazione è consultabile da parte del contribuente anche all’interno del portale “Fatture e corrispettivi, nella sezione “Consultazione“, area “Fatture elettroniche e altri dati IVA“.
A sua volta, il contribuente può richiedere informazioni ovvero segnalare all’Agenzia delle Entrate eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti.
Infine, i contribuenti possono regolarizzare gli errori o le omissioni eventualmente commessi secondo le modalità previste dall’art. 13, D.Lgs. n. 472/1997, beneficiando della riduzione delle sanzioni in ragione del tempo trascorso dalla commissione delle violazioni stesse.

Fonte SEAC spa