Beneficiari del Trust e Quadro RW: Interpello

Con Risposta ad Interpello 8 ottobre 2021, n. 693, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la posizione dei beneficiari residenti in Italia del trust fiscalmente residente all’estero in tema di monitoraggio fiscale e compilazione del Quadro RW.
L’Agenzia ha precisato che in caso di detenzione di attività estere tramite trust, i beneficiari sono tenuti a dichiarare il valore complessivo degli investimenti detenuti all’estero dall’entità e delle attività estere di natura finanziaria ad essa intestate, nonché  la percentuale di patrimonio nell’entità stessa, trovando applicazione  l’approccio look through anche se il trust è istituito in un Paese collaborativo.
Al fine di agevolare l’adempimento degli obblighi dichiarativi, il trustee individua i titolari effettivi degli investimenti e delle attività detenuti all’estero dal trust e comunica agli stessi i dati utili per la compilazione  del Quadro RW (quota di partecipazione al patrimonio, investimenti e attività estere detenute anche indirettamente dal trust, con relativa valorizzazione, nonché i dati identificativi dei soggetti esteri).

Fonte SEAC spa