“Stralcio” dei debiti fino ad € 5.000: Comunicato Stampa

Con Comunicato Stampa 24 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha reso note le regole inerentemente allo “Stralcio” dei debiti fino ad € 5.000, previsto dal D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, richiamando quanto disposto dalla Circolare 22 settembre 2021, n. 11.
In particolare, viene precisato che:

  • il 31 ottobre 2021, automaticamente, saranno stralciati tutti i debiti che, al 23 marzo 2021, hanno un importo residuo fino ad € 5.000, affidati dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 all’agente della riscossione;
  • il limite di € 5.000 (inclusi capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni) va calcolato in relazione agli importi dei singoli carichi;
  • l’accesso allo “stralcio” è consentito alle persone fisiche ed agli Enti che hanno conseguito nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2019 un reddito imponibile fino ad € 30.000.

L’Agenzia delle Entrate, entro il 30 settembre 2021, dopo aver verificato il possesso dei requisiti da parte dei contribuenti interessati ed aver segnalato i codici fiscali scartati per l’insussistenza del requisito reddituale,  darà il via libera all’annullamento.

Fonte SEAC spa