Decreto Sostegni e vendita terreni fuori campo IVA: Interpello

Con Risposta ad Interpello 12 luglio 2021, n. 472, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la cessione di tre terreni agricoli, in precedenza concessi in affitto a terzi, con emissione di altrettante fatture elettroniche fuori campo IVA, sono da includere nell’ammontare complessivo del fatturato 2019 ai fini dell’accesso al contributo a fondo perduto previsto dall’art. 1, comma 4, D.L. n. 41/2021 (c.d. “Decreto Sostegni”).
In particolare l’Agenzia ricorda che con Circolare n. 22/2020 era stato specificato come, ai fini della riduzione del fatturato, siano da considerare “tutte le somme che costituiscono il “fatturato” del periodo di riferimento […], purché le stesse rappresentino ricavi dell’impresa di cui all’articolo 85 del TUIR (o compensi derivanti dall’esercizio di arti o professioni, di cui all’articolo 54, del medesimo TUIR)” le quali, in ragione del non allineamento fra data di effettuazione dell’operazione e della cessione di beni/prestazione di servizi sono precedenti o successivi alla data di fatturazione.
Pertanto l’Agenzia sottolinea che, in linea con quanto indicato nella Circolare n. 5/2021, questa regola vale non solo per i ricavi ex art. 85 TUIR ma anche per gli altri componenti di reddito, e che pertanto anche tali somme, seppur fuori campo IVA, rientrino nella nozione di fatturato di cui all’art. 1, comma 4, D.L. n. 41/2021.

Fonte SEAC spa