Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi: Circolare

Con Circolare 23 luglio 2021, n. 9, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’ambito applicativo del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi, previsto dall’art. 1, commi dal 1051 al 1063, L. n. 178/2020 (Legge di bilancio 2021).
In particolare, il documento di prassi affronta le seguenti problematiche:

  • soggetti interessati all’agevolazione (reti d’imprese, imprese destinatarie di sanzioni interdittive, professionisti che svolgono secondariamente attività d’impresa);
  • tipologie di investimento agevolabile (ammissibilità al credito d’imposta di investimenti realizzati mediante contratti di leasing e dei beni di costo unitario non superiore a 516,46); 
  • sovrapponibilità fra il credito d’imposta relativo alla Legge di bilancio 2020 e quello relativo alla Legge di bilancio 2021;
  • modalità di determinazione dell’agevolazione;
  • cumulabilità del credito d’imposta con altre agevolazioni;
  • rideterminazione dell’agevolazione; 
  • documentazione (indicazioni della norma agevolativa su fatture e altri documenti relativi all’acquisizione di beni agevolabili).

Fonte SEAC spa