Archivi Giornalieri: Luglio 29, 2021

Compilazione prospetto aiuti di Stato modello REDDITI: FAQ

In data 28 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito web una serie di Faq, al fine di fornire alcuni chiarimenti in materia di compilazione del prospetto aiuti di Stato del modello REDDITI.In particolare, l’Agenzia ha stabilito che relativamente al prospetto aiuti di Stato, non devono essere indicati: l’importo accreditato al contribuente relativo ai contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia delle entrate (codici 20, 22, 23, 27, 28 in “Tabella codici aiuti di Stato”), in quanto dato già conosciuto e recuperabile dall’Agenzia;né il credito d’imposta botteghe e negozi (art. 65, D.L. n. 18/2020), né il credito d’imposta spese di sanificazione (art. 125, D.L. n. 34/2020), in quanto non qualificati come aiuti di stato;i finanziamenti garantiti dal Fondo centrale di garanzia;le […]

Compilazione prospetto aiuti di Stato modello IRAP: FAQ

In data 28 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito web una serie di FAQ, al fine di fornire alcuni chiarimenti in materia di compilazione del prospetto aiuti di Stato del modello IRAP.In particolare, l’Agenzia ha stabilito che non vi deve essere l’indicazione: dei dati dei contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia, in quanto si duplicherebbe l’importo;delle somme erogate da altre amministrazioni (ad esempio, l’indennità di € 600 erogata dall’INPS), dal momento che non siamo in presenza di aiuti fiscali automatici, ai sensi dell’art. 10, D.M. n. 115/2017;dei contributi a fondo perduto erogati dall’Agenzia nel quadro IQ da parte dei soggetti che applicano l’art. 5-bis, D.Lgs. n. 446/1997;dei crediti d’imposta per adeguamento ambienti di lavoro e per locazioni, disciplinati dagli artt.  120 e 28, D.L. n. 34/2020; […]

Regime forfetario per non residenti: Interpello

Con Risposta ad Interpello 26 luglio 2021, n. 509, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di applicare il regime forfetario anche a soggetti non residenti che producano la maggior parte dei propri redditi sul territorio italiano.In particolare, l’Agenzia, precisa che, ai sensi di quanto disposto alla lett. b), comma 57, art. 1 L. n. 190/2014, possono avvalersi di tale regime agevolato i residenti in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono nel territorio dello Stato italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito.Pertanto, il soggetto che si sia trasferito in altro stato membro ma continui a […]