Archivi Giornalieri: Luglio 23, 2021

Notifica avviso accertamento e ricezione raccomandata informativa: Cassazione

Con Ordinanza 22 luglio 2021, n. 21020, la Corte di Cassazione riconosce in capo all’Agenzia delle Entrate, nel caso in cui consideri inammissibile il ricorso per il decorso del termine di 60 giorni dal perfezionamento della notifica dell’avviso di accertamento, l’onere di dimostrare anche la ricezione della raccomandata informativa. Secondo le Sezione Unite, infatti, deve ritenersi un presupposto implicito dell’effetto di perfezionamento della procedura notificatoria.La Cassazione rileva come, nel caso di specie, per considerare perfezionata la procedura notificatoria, era necessario verificare in concreto l’avvenuta ricezione della CAD (comunicazione avvenuto deposito); a tal fine ricadeva in capo al notificante, sul piano processuale, l’onere di dimostrare la produzione del relativo avviso di ricevimento.L’Agenzia delle Entrate, nell’eccepire la decadenza del contribuente dal diritto di impugnare l’atto impositivo, doveva dimostrare la ricorrenza di tutti i presupposti perché potesse considerarsi perfezionata la notifica, […]

Meccanismo del “reverse charge” ed obbligo di fatturazione elettronica: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 luglio 2021, n. 501, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al meccanismo del c.d. “reverse charge”.In particolare l’Agenzia ha precisato che l’IVA relativa alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi territorialmente rilevanti in Italia rese da un cedente o prestatore “estero” (soggetto passivo IVA stabilito in stato estero), senza stabile organizzazione in Italia, è assolta dal cessionario o committente italiano (soggetto passivo IVA stabilito in Italia) mediante l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile, c.d. “reverse charge“. Tale obbligo ricorre anche se il cedente o prestatore “estero” è identificato ai fini IVA in Italia, mediante l’identificazione diretta o la nomina di un rappresentante fiscale, che non fanno venire meno la qualifica di “non residente” del fornitore.Infine l’Agenzia ha evidenziato che il D.L. n. 127/2015 ha […]