Imposta di bollo per conti di moneta elettronica/conti di pagamento: Interpello

Con Risposta ad Interpello 16 giugno 2021, n. 412, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito  applicabilità ai conti di moneta elettronica (quali carte virtuali su smartphoneAppWebApp) e ai conti di pagamento, delle disposizioni normative in materia di imposta di bollo riguardanti i contratti relativi alle carte di pagamento.
In particolare, l’Amministrazione finanziaria considera equivalenti funzionalità e servizi resi con le carte di pagamento e quelli resi tramite conti di pagamento/conti di moneta elettronica.
Pertanto è estesa anche a questi ultimi la disposizione agevolativa, ex art. 2, comma 150, Legge n. 662/1996, che prevede l’applicazione dell’imposta fissa di bollo solo in caso d’uso ai contratti relativi alle carte di pagamento.
L’Agenzia ricorda inoltre che rimane applicabile l’esenzione totale dall’imposta di bollo ex art. 28, Tabella all. B, D.P.R. n. 642/1972, per i conti di base senza spese offerti a clientela socialmente svantaggiata.

Fonte SEAC spa