Archivi Giornalieri: Giugno 15, 2021

Crediti a rimborso o in compensazione: nuovo tetto per il 2021

L’art. 22, D.L. n. 73/2021 (Decreto Sostegni bis) ha previsto un aumento del limite annuo (per il 2021) dei crediti che il contribuente può portare in compensazione o richiedere a rimborso con procedura semplificata, ora innalzato a 2 milioni di euro. Il contribuente che ha presentato la dichiarazione IVA entro il mese di aprile richiedendo a rimborso un importo pari al limite a suo tempo vigente di 700.000 euro (era stato pari ad 1 milione nel 2020), può: presentare una dichiarazione integrativa provvedendo ad una rettifica dell’importo richiesto; ovverocompensare la quota residua fino a 2 milioni tramite Mod. F24. Fonte SEAC spa

Crisi aziendale e mancato versamento dell’IVA: Cassazione

Con Ordinanza 11 giugno 2021, n. 16517, la Corte di Cassazione ha chiarito che è punibile la società in crisi che non abbia versato l’IVA al fine di evitare il licenziamento degli operai.In particolare, la Suprema Corte sostiene che la crisi aziendale non costituisce causa di forza maggiore idonea ad escludere la punibilità. A tal proposito, la stessa Corte ha ritenuto necessario fare riferimento all’interpretazione della Corte di Giustizia Europea sulla nozione di forza maggiorein materia tributaria e fiscale, secondo la quale si configura soltanto in presenza di due requisiti: la sussistenza di circostanze anormali ed estranee all’individuo (requisito oggettivo);l’obbligo di prepararsiad eventuali circostanze anormali, adottando misure idonee senza incorrere in sacrifici eccessivi (requisito soggettivo). Inoltre, la Corte chiarisce che il contribuente che si sottrae volontariamente agli obblighi fiscali risponde […]