“Finalità sanitaria” e accesso al regime IVA agevolato: consulenza giuridica

Con Consulenza giuridica 18 maggio 2021, n. 5, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla modalità di dimostrazione della “finalità sanitaria” del prodotto ceduto, ai fini dell’applicabilità del regime IVA agevolato previsto dall’art. 124, D.L. n. 34/2020 (esenzione IVA per il 2020 e applicazione dell’aliquota del 5% dal 2021 ai “detergenti disinfettanti per mani” e alla “soluzione idroalcolica in litri”).
A tal proposito, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che, tenuto conto della natura dei beni in oggetto, è ragionevole ritenere che la finalità sanitaria sia rispettata nella generalità dei casi.
Tuttavia, qualora la dimostrazione della finalità sanitaria del prodotto ceduto non sia desumibile dalla natura del cessionario e/o del suo settore di attività, la stessa potrà essere provata con qualsiasi documento ritenuto opportuno che ne consenta, in sede di controllo, la verifica.

Fonte SEAC spa