Crisi di impresa: riduzione dei debiti e piano di risanamento

Con Risposta 10 maggio 2021, n. 319, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in tema di riduzione dei debiti dell’impresa a seguito della pubblicazione nel Registro delle imprese di piani attestati ai sensi dell’art. 67, Legge fallimentare.
L’articolo 88, comma 4-ter, secondo periodo, TUIR, dispone che in caso di concordato di risanamento, di accordo di ristrutturazione dei debiti omologato, ovvero di un piano attestato pubblicato nel Registro delle imprese, la riduzione dei debiti dell’impresa non costituisce sopravvenienza attiva per la parte che eccede le perdite, pregresse e di periodo.
In particolare, l’Agenzia ha precisato che nel caso di specie, considerato che le riduzioni dei debiti e l’emersione delle relative sopravvenienze attive si sono verificate a seguito di accordi conclusi anteriormente al piano di risanamento pubblicato nel Registro delle imprese, non trovi applicazione la disciplina di cui all’art. 88, comma 4-ter, TUIR.

Fonte SEAC spa