Conversione Decreto Sostegni: contributo straordinario cultura

In sede di conversione del D.L. n. 41/2021, c.d. “Decreto Sostegni“, all’art. 36-bis, è stato riconosciuto un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 dalle imprese che svolgono attività teatrali/spettacoli dal vivo, che abbiano subìto nello stesso anno una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019. L’agevolazione è riconosciuta anche se:

  • per l’esercizio delle attività sopra descritte sono stati utilizzati sistemi digitali per la trasmissione di opere dal vivo;
  • l’impresa ha già beneficiato in via ordinaria di altri finanziamenti previsti a carico del Fondo unico per lo spettacolo.

In particolare, il credito d’imposta in esame:

  • è utilizzabile nel mod. REDDITI relativo al periodo d’imposta di sostenimento delle spese;
  • è utilizzabile in compensazione tramite il mod. F24;
  • non è tassato ai fini IRPEF / IRES / IRAP.

Fonte SEAC spa