Archivi Giornalieri: Maggio 31, 2021

Integratori alimentari e aliquota IVA applicabile

Con una serie di Risposte ad Interpello (dalla n. 380 alla n. 386), in data 31 maggio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa l’aliquota IVA applicabile ad alcune tipologie di integratori alimentari.In particolare, l’Agenzia ha precisato che si applica l’aliquota IVA agevolata, pari al 10%, nel caso di integratori alimentari: a base di estratto liquido analcolico (Risposta n. 382);a base di erbe (Risposta n. 383);a base di gemmoderivati (Risposta n. 385)di estratti di liquidi analcolici a base di magnesio cloruro (Risposta n. 386). Si applica invece l’aliquota IVA ordinaria pari al 22% per gli integratori alimentari: a base di erbe e gemmoderivati (Risposta n. 380);a base di estratti integrali e liquidi analcolici (Risposta n. 381);a base di gemmo derivati contraddistinti ciascuno da un diverso principio attivo (Risposta n. […]

Regime di non imponibilità IVA per attività di bunkeraggio effettuate nell’anno 2020: Risoluzione

Con Risoluzione 28 maggio 2021, n. 39, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’individuazione delle corrette modalità da seguire per effettuare la verifica a consuntivo della condizione, richiesta ai fini dell’applicabilità del regime di non imponibilità di cui all’art. 8-bis, D.P.R. n. 633/1972, dell’effettivo utilizzo del mezzo di trasporto marittimo di nuova costruzione per la navigazione in alto mare.Nel caso di specie, il chiarimento è stato richiesto da una società che commercializza gasolio utilizzato nelle operazioni di bunkeraggio, la quale ha eseguito due operazioni, nel corso dell’anno 2020, su navi che non sono state poi messe in servizio a causa dell’emergenza Covid-19. L’Agenzia ha risposto che:  la  verifica dell’utilizzo in alto mare per oltre il 70% dei viaggi delle due navi crociere di […]

Benefici per acquisto immobili da provvedimento giudiziale: Risoluzione

Con Risoluzione 28 maggio 2021, n. 38, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle procedure necessarie per poter beneficiare dell’agevolazione “prima casa” e del sistema “prezzo-valore”, qualora il trasferimento dell’immobile avvenga in forza di provvedimento giudiziale.A tal proposito, l’Agenzia ha precisato che: in relazione al beneficio “prima casa”, le dichiarazioni circa il possesso dei requisiti possono essere effettuate anche successivamente al giudizio, ma sempre prima della registrazione dell’atto, anche mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà;in relazione al sistema “prezzo-valore” è consentito individuare la base imponibile relativa all’imposta di registro, ipotecaria e catastale nel valore catastale anziché nel valore venale in comune commercio, ed è sempre possibile rendere la dichiarazione purché prima della registrazione del provvedimento giudiziale, anche mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà; L’Agenzia ricorda […]