Compensazione di crediti e debiti in liquidazione coatta amministrativa: Interpello

Con Risposta ad Interpello 28 aprile 2021, n. 302, l’Agenzia delle Entrate fornito chiarimenti sulla compensazione tra crediti della massa fallimentare e debiti del fallito iscritti a ruolo.
Nel caso di specie, l’istante è una società in liquidazione coatta amministrativa che ha chiesto un rimborso del credito IVA maturato durante le annualità della procedura e, inoltre, intende chiedere un rimborso del credito IRES originato da ritenute d’acconto sugli interessi attivi maturati sui conti correnti intestati alla procedura. Entrambi i crediti vengono riconosciuti di natura endoconcorsuale. L’istante intende cedere a terzi tali crediti ed ha chiesto all’Agenzia se l’Amministrazione finanziaria creditrice nei suoi confronti per somme iscritte a ruolo, possa eccepire una qualsivoglia compensazione con i richiamati crediti erariali.L’Agenzia delle Entrate ha precisato che, in tali casi, non è consentita la compensazione, da parte dell’Amministrazione finanziaria, fra crediti della massa fallimentare e debiti del fallito. Le posizioni del rapporto debitorio e creditorio sono, infatti, relative a soggetti diversi e a momenti distinti rispetto alla dichiarazione di fallimento.

Fonte SEAC spa