Archivi Giornalieri: Aprile 22, 2021

Credito investimenti ricerca e sviluppo: Interpello

Con Risposta ad Interpello 21 aprile 2021, n. 280, l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sul credito d’imposta in favore delle imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo di cui all’art. 3, D.L. n. 145/2013; nel caso specifico si tratta di una società che ha sostenuto spese per realizzare un prototipo su commissione della controllante estera. Riguardo alle attività svolte dalla società istante come centro di ricerca, l’Agenzia ritiene che debbano considerarsi eleggibili al credito d’imposta in oggetto: le spese del personale interno direttamente impiegato nelle attività di “sviluppo sperimentale”;le spese per materiali e forniture direttamente impiegati nella realizzazione del prototipo;le spese sostenute per i consulenti esterni (sia lavoratori autonomi operanti come consulenti, sia lavoratori dipendenti di […]

Errori contabili e determinazione base imponibile ai fini ACE

Con Risposta ad Interpello 21 aprile 2021, n. 279, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale relativo alla correzione di errori contabili e alla corretta determinazione della base imponibile ai fini ACE.In particolare, l’Agenzia delle Entrate, partendo dal presupposto che la società abbia correttamente applicato i principi contabili, ha sottolineato che: è possibile presentare dichiarazioni integrative ai sensi dell’articolo 2, comma 8, D.P.R. n. 322/1998, non oltre i termini per l’accertamento (art. 43, D.P.R. n. 600/1973) secondo la disciplina ordinariamente prevista per rettificare i precedenti periodi d’imposta emendabili, al fine di recuperare la maggiore quota di deduzione fiscale calcolata tenendo presente della corretta imputazione a conto economico; la rideterminazione della base ACE dei periodi precedenti dovrà essere effettuata secondo le ordinarie modalità previste per la presentazione della […]

Omessa presentazione della dichiarazione annuale IVA: Sentenza

Con Sentenza 24 febbraio 2021, n. 7135, la Corte di Cassazione si è pronunciata affermando la responsabilità penale del contribuente che abbia omesso di presentare la dichiarazione annuale IVA, anche quando lo stesso abbia presentato la comunicazione annuale dati iva (adempimento adesso soppresso). Nella fattispecie in esame, il contribuente riteneva che la presentazione della comunicazione dati IVA, potesse costituire un documento idoneo ad escludere il reato di omessa dichiarazione previsto dall’art. 5, D.Lgs. n. 74/2000.Nella fattispecie in esame, il contribuente aveva presentato soltanto la comunicazione dati IVA, ritenendola documento idoneo a escludere il reato di omessa dichiarazione previsto dall’art. 5, D.Lgs. n. 74/2000.La Suprema Corte ha confermato la responsabilità penale poiché la dichiarazione e la comunicazione non […]

Agevolazioni prima casa e acquisto mortis causa: Interpello

Con Risposta ad Interpello 21 aprile 2021, n. 277, l’Agenzia delle Entrate ha confermato l’applicabilità dell’agevolazione c.d. “prima casa”, nel caso in cui l’immobile preposseduto sia stato acquistato per successione mortis causa.Nel caso di specie, l’Agenzia ritiene infatti che  sia possibile avvalersi dell’agevolazione “prima casa” in relazione alla stipula di un nuovo atto di acquisto agevolato, anche se entrambi gli immobili sono situati nello stesso Comune, a condizione che entro un anno dal nuovo acquisto venga alienato l’immobile precedentemente acquistato a titolo gratuito. Fonte SEAC spa