Struttura privata accreditata al SSN e trasmissione spese al Sistema TS: Interpello

Con Risposta ad Interpello 5 marzo 2021, n. 158, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla trasmissione delle spese sanitarie al Sistema TS da parte di una struttura privata accreditata al Servizio sanitario nazionale (SSN), che opera sia in regime di convenzione, sia in regime di libero mercato e che è tenuta alla comunicazione dei dati sanitari all’Agenzia per la predisposizione delle dichiarazioni precompilate.

L’Agenzia delle Entrate ha ricordato come a decorrere dall’anno di imposta 2020, i dati delle spese sanitarie e veterinarie forniti ai fini della dichiarazione precompilata siano esclusivamente quelli relativi alle spese effettuate con i metodi di pagamento tracciabili, ad eccezione delle spese sanitarie di cui all’art. 1, comma 680, Legge n. 160/2019.

L’Agenzia ha inoltre precisato che tale deroga fa riferimento al soggetto che eroga la prestazione a cui è collegata la spesa senza disporre che si debba trattare di prestazioni rese in convenzione con il SSN o meno.

La struttura privata accreditata al SSN, finchè perdura tale accreditamento quindi, deve comunicare al Sistema TS tutte le prestazioni rese in regime di convenzione e in regime di libero mercato, effettuate a partire dal 1° gennaio 2020, senza indicare la modalità di pagamento ed indipendentemente dalla stessa.

fonte SEAC spa