Donazione di beni per gestione Covid-19: Interpello

Con Risposta ad Interpello 4 marzo 2021, n. 150, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti circa la detrazione IVA di beni donati nell’ambito della gestione della pandemia da Covid-19, per un ente commerciale che ha messo a disposizione di un ospedale alcuni spazi dotati di specifiche attrezzature per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso.

Secondo l’Agenzia, nel caso di specie è consentita la detrazione IVA sugli acquisti relativi alla donazione, in quanto può essere applicato il combinato disposto di cui all’art. 66, comma 3-bis, D.L. n. 18/2020 (che considera effettuati nell’esercizio di impresa gli acquisti dei beni ceduti a titolo di erogazione liberale in natura ai fini della detrazione IVA) e dell’art. 10, comma 1, n. 12), D.P.R. n. 633/1972.

Sotto il profilo soggettivo la donazione avviene infatti all’ospedale, soggetto destinatario delle donazioni avvenute ai sensi del citato art. 66. Sotto il profilo oggettivo, i beni sono destinati al contenimento dell’emergenza, e il loro trasferimento è pertanto agevolabile.

fonte SEAC spa