Trasporti via acqua: no riduzione aliquota IVA per prestazioni complesse

Con Risoluzione 2 febbraio 2021, n. 8, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al servizio di trasporto passeggeri via acqua.

In particolare:

  • il regime di esenzione IVA ex art. 10, comma 1, n. 14), D.P.R. n. 633/1972 per i servizi di trasporto via acqua si applica solo in caso di mero trasferimento di persone, senza ulteriori prestazioni turistico-ricreative. Sono esentate le sole prestazioni di trasporto di persone urbano, realizzate (per via marittima, lacuale, fluviale e lagunare) mediante veicoli da piazza;
  • non rientrano nell’ambito dell’esenzione le prestazioni di trasporto di persone urbano, realizzate “altri mezzi di trasporto abilitati“, che scontano l’aliquota del 5%;
  • le prestazioni di trasporto di persone e dei rispettivi bagagli al seguito, diverse da quelle precedentemente elencate sono incluse nella Tabella A, parte III, n. 127-novies), D.P.R. n. 633/1972, e scontano l’aliquota al 10%;
  • qualora il servizio di trasporto sia comprensivo di altre “prestazioni complesse” aventi finalità turistiche ricreative (ad esempio servizi ristorante, pesca, noleggio di imbarcazioni per escursioni private), si applica l’aliquota IVA ordinaria al 22%.

fonte SEAC spa