Esenzione IVA per attività di formazione fuori regione: Interpello

Con Risposta ad Interpello 4 febbraio 2021, n. 85, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’articolo 10, n. 20), D.P.R. n. 633/1972, che prevede l’esenzione ai fini dell’IVA anche per la formazione e l’aggiornamento rese da istituti o scuole riconosciuti da Pubbliche amministrazioni.

Relativamente agli organismi privati, il riconoscimento ai fini fiscali è effettuato dai soggetti competenti per materia (Regioni, Enti locali), con le modalità previste per le specifiche attività educative, didattiche e formative, ad esempio con l’iscrizione ad albi o attraverso l’istituto di accreditamento.

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che non può trovare applicazione l’esenzione prevista dall’art. 10 alle attività di formazione svolte al di fuori dell’ambito regionale di riferimento, in mancanza di uno specifico riconoscimento da parte della Regione in cui la società intende svolgere i corsi di formazione professionale.

fonte SEAC spa