Bonus affitti e commercio al dettaglio: Interpello

Con Risposta ad Interpello 11 febbraio 2021, n. 102, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda ex art. 28, D.L. n. 34/2020.

In particolare, l’amministrazione finanziaria precisa che la società istante (svolgendo come attività secondaria commercio al dettaglio e avendo realizzato nel periodo d’imposta precedente un fatturato maggiore a 5 milioni di euro) può beneficiare del credito d’imposta di cui al comma 3-bis, art. 28, D.L. n. 34/2020, nella misura del 20% dell’importo mensile del canone (per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno del 2020) per la locazione dei locali in cui vengono svolte in via esclusiva attività di commercio al dettaglio, ovvero dei locali in cui vengono svolte contestualmente attività di commercio al dettaglio e di produzione.

L’agevolazione non spetta invece per i canoni versati per la locazione/subconcessione di immobili in cui siano svolte esclusivamente attività diverse da quelle di commercio al dettaglio.

fonte SEAC spa