Adempimento obblighi IVA e Brexit: Risoluzione

Con Risoluzione 1° febbraio 2021, n. 7 , l’Agenzia delle Entrate ha chiarito i dubbi sorti a seguito dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, in merito alla possibilità, per coloro che dispongono di un rappresentante fiscale o di un identificativo IVA , di continuare ad utilizzare tali modalità di adempimento per le operazioni interne, nonostante siano soggetti extra UE.

Il Protocollo stabilito tra Regno Unito e Unione Europa consente di continuare ad applicare ai soggetti passivi del Regno Unito le disposizioni contenute nell’articolo 35-ter, comma 5, D.P.R. n. 633/1972.

Pertanto, coloro che dispongono già di un rappresentante fiscale o di un identificativo IVA, nominato o rilasciato antecedentemente al 1° gennaio 2021, possono continuare ad avvalersene per le operazioni interne.

fonte SEAC spa