Archivi Giornalieri: Gennaio 11, 2021

Credito sanificazione ambienti di lavoro: modificato il Provvedimento 10 luglio 2020

Con Provvedimento 8 gennaio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha apportato modifiche al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 10 luglio 2020, n. 259854, riguardante le istruzioni per la fruizione del credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro di cui all’art. 120, D.L. n. 34/2020. Alla luce delle disposizioni dei commi 1098 e 1099, Legge di Bilancio 2021, che sono intervenuti sulla disciplina di tale credito restringendone i termini di utilizzo, il provvedimento in oggetto modifica quello del 10 luglio 2020, indicando che il termine ultimo di utilizzo del credito in compensazione tramite Mod. F24 e per l’esercizio dell’opzione per la cessione del credito stesso effettuata da parte dei beneficiari è ora fissato al 30 giugno […]

Remissione in bonis patent box

Con Risposta ad Interpello 8 gennaio 2021, n. 27, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla remissione in bonis del patent box, ovvero il regime opzionale di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di determinati beni immateriali quali espressione dell’attività di ricerca e sviluppo svolte dal contribuente (art. 1, commi 37-45, L. n. 190/2014). Nel caso di specie una società ritiene di poter beneficiare del patent box, per i periodi d’imposta 2016, 2017, 2018, avvalendosi dell’istituto della remissione in bonis, pur non avendo: effettuato l’opzione per il patent box, né con l’apposito modello, né attraverso il quadro OP delle dichiarazioni dei redditi;presentato istanza di ruling. L’Agenzia delle Entrate precisa che, a […]

Imposta di registro minima per i terreni agricoli

L’ art. 1, comma 41, Legge n. 178/2020 , c.d. ” Legge di Bilancio 2021 “, prevede che, per l’anno 2021, non venga applicata l’imposta di registro fissa di € 200 , di cui all’art. 2, comma 4-bis, D.L. n. 194/2009, agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni e relative pertinenze in favore di coltivatori diretti e IAP , iscritti nella relativa gestione previdenziale e assistenziale. In dettaglio, l’imposta di registro fissa ( € 200) non si applica quando i terreni e le pertinenze oggetto di cessione: abbiano un valore inferiore o uguale ad € 5.000 ;siano qualificati agricoli in base a strumenti urbanistici vigenti. fonte SEAC spa

Limiti all’emissione delle note di variazione

Con Principio di Diritto 11 gennaio 2021, n. 1, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la disciplina applicabile alle eventuali note di variazione emesse, ex. art 26, D.P.R. n. 633/1972, nel caso in cui nel contratto di compravendita sussista un sistema “progressivo” di determinazione del prezzo in cui le parti hanno la possibilità di ricorrere ad un soggetto terzo/revisore al fine di rimettere a quest’ultimo la valutazione finale del prezzo. In particolare, le eventuali note di variazione emesse non sono riconducibili all’ipotesi del sopravvenuto accordo tra le parti, al quale si applica il limite temporale dell’anno previsto dal comma 3 del citato art. 26; in tal caso infatti il presupposto per la variazione dell’importo già fatturato è da individuarsi nella […]