Trattamento IVA noleggio ventilatori polmonari: Risposta ad interpello

Con Risposta ad Interpello 14 dicembre 2020, n. 585, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento IVA da riservare al servizio di noleggio di ventilatori polmonari, aspiratori e saturimetri destinati a soggetti invalidi (non con finalità anti-Covid), per un contratto stipulato prima dell’entrata in vigore del D.L. n. 34/2020 (20/5/2020), che consente per le cessioni dei beni ivi elencati, effettuate entro il 31/12/2020, l’esenzione dall’IVA, mentre per le cessioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2021, l’applicazione della aliquota IVA del 5%.

L’istante segnala tuttavia che, ordinariamente, per il noleggio di tali beni spetta l’aliquota agevolata del 4% in base al punto 41-quater della Tabella A, parte II, D.P.R. n. 633/1972.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, nel caso di specie, è consentito beneficiare delle condizioni di maggior favore, e pertanto, per le operazioni effettuate:

  • dall’entrata in vigore del D.L. n. 34/2020 al 31/12/2020 è applicabile l’esenzione IVA, poiché tali beni hanno comunque una finalità sanitaria, anche se non sono utilizzati specificamente per la prevenzione diagnosi e cura del Covid-19;
  • dal 1° gennaio 2021, è possibile beneficiare dell’aliquota IVA del 4%, come previsto dalle Tabelle IVA.

fonte SEAC spa