Credito d’imposta in beni strumentali nuovi: Risposta ad Interpello

Con Risposta ad Interpello 16 dicembre 2020, n. 586, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi, introdotto dall’art. 1, comma 189, Legge di Bilancio 2020.

Nel caso di specie, l’istante, una società operante nel settore siderurgico, ha chiesto:

  • se sia possibile fruire del suddetto credito d’imposta per un investimento rivolto all’ammodernamento dell’impianto di trasporto a teleferica;
  • di individuare il corretto coefficiente di ammortamento da applicare, non essendone previsto uno specifico.

In risposta a tali dubbi, l’Agenzia delle Entrate, sentito anche il parere del MISE, ha precisato che è possibile beneficiare del credito d’imposta in esame utilizzando, nel caso di specie, il coefficiente di ammortamento di cui alla categoria «materiale mobile – impianti a cavo e filoviario» del gruppo 18, specie IV e V, pari al 15 per cento.

A tal proposito, l’Agenzia ha sottolineato che l’applicazione di coefficienti stabiliti per beni appartenenti ad altri settori produttivi, che presentano caratteristiche similari dal punto di vista del loro impiego e della vita utile, è possibile solamente qualora non siano previsti specifici coefficienti.

fonte SEAC spa