Immobili patrimonio: sì al bonus facciate

Con Risposta ad Interpello 2 novembre 2020, n. 517, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla fruibilità del bonus facciate, ex art. 1, commi 219-223, L. n. 160/2019, per interventi su edifici classificati come immobili patrimoni.

Riprendendo quanto disposto con Circolare n. 2/2020, in cui è stato precisato che possono fruire della detrazione in commento anche i soggetti che conseguono reddito d’impresa, a prescindere dalla classificazione dei beni oggetto dei lavori, l’Agenzia delle Entrate sottolinea che l’agevolazione è applicabile sia agli immobili strumentali che agli immobili patrimonio di cui all’art. 90, TUIR, ovvero “i beni che non sono né beni strumentali, né beni merce, ma costituiscono investimento per l’impresa”.

Infatti, lo scopo del bonus facciate è quello di incentivare gli interventi edilizi che determinano genericamente un miglioramento del decoro urbano.

fonte SEAC spa