Credito d’imposta locazioni: Interpello

Con Risposta ad Interpello 2 novembre 2020, n. 509, l’Agenzia delle Entrata ha fornito chiarimenti in merito ai crediti d’imposta sulle locazioni di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola di cui all’art. 65, D.L. n. 18/2020 e all’art. 28, D.L. n. 34/2020.

L’amministrazione finanziaria ha chiarito che, in linea generale, il soggetto, titolare di una dita individuale, che nel 2020 ha:

  • aperto partita IVA,
  • stipulato con un contratto di locazione ad uso commerciale,

nonostante non abbia potuto iniziare la sua attività a causa della pandemia, può beneficiare del credito d’imposta di cui all’art. 28, D.L. n. 34/2020 in quanto rientra tra i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019.

Tuttavia, poiché nel caso di specie, non risulta integrato l’ulteriore requisito riguardante la destinazione all’uso commerciale dell’immobile locato la fruizione del credito è rinviata al momento successivo a quello in cui si realizzerà lo svolgimento effettivo dell’attività ovvero il momento in cui sarà dimostrabile la specifica destinazione dell’immobile.

fonte SEAC spa