Chiarimenti sulla decadenza dell’agevolazione Piccola proprietà contadina: Risposta ad Interpello

Con Risposta ad Interpello 18 novembre 2020, n. 551, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’imposta di registro da applicare in caso di decadenza dall’agevolazione prevista dall’art. 2, comma 4-bis, D.L. n. 194/2009 (Piccola proprietà contadina).

In particolare, l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che sia nel caso in cui l’acquirente interessato rinunci espressamente all’agevolazione in materia di piccola proprietà contadina, sia nell’ipotesi di decadenza dall’agevolazioneper l’alienazione dei terreni prima che siano trascorsi cinque anni dalla stipula dell’atto, è possibile applicare l‘imposta di registro fissata nella misura del 9%, come previsto dall’art. 1, comma 1, Parte I, Tariffa, D.P.R. n. 131/1986 per il trasferimento di beni immobili in genere.

fonte SEAC spa