Audizione Direttore delle Entrate su tracciabilità pagamenti e semplificazione adempimenti

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, nel corso dell’audizione del 24 novembre 2020, presso la Commissione Finanze della Camera, ha sottolineato quali sono le misure per incentivare la tracciabilità elettronica dei pagamenti e la semplificazione dei relativi adempimenti e delle procedure tributarie.

In particolare, tra le altre, il Direttore ricorda le seguenti misure:

  • la riduzione del limite massimo di utilizzo del contante, che è pari a euro 2.000 dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e si abbasserà a euro 1.000 dal 1° gennaio 2022;
  • la lotteria dei corrispettivi per le transazioni effettuate con mezzi di pagamento tracciabili, che prevede dei premi sia per il consumatore sia per l’esercente;
  • l’introduzione di un credito d’imposta del 30% sulle commissioni addebitate ai commercianti e ai professionisti per le transazioni effettuate con moneta elettronica, a condizione che i ricavi/compensi dell’anno precedente siano inferiori a 400 mila euro;
  • la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali per oneri, ai fini dell’IRPEF, solo se la spesa viene effettuata mediante strumenti di pagamento tracciabili, ad eccezione di alcune spese che possono continuare ad essere pagate in contanti;
  • il meccanismo del “cashback“, che prevede un rimborso del 10% per gli acquisti effettuati fisicamente negli esercizi commerciali tramite pagamenti tracciabili da parte di soggetti maggiorenni, residenti, fuori dall’attività di impresa, arte o professione.

Inoltre, il Direttore fa presente che l’amministrazione finanziaria ha intrapreso un’attività di approfondimento tecnico per definire sistemi evoluti di pagamento elettronico che possano supportare, sul versante fiscale, anche le funzionalità di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. Al riguardo è previsto un provvedimento attuativo dell’Agenzia delle Entrate.

fonte SEAC spa