Archivi Giornalieri: Novembre 10, 2020

Aliquota IVA per verifiche su impianti: Risposta a consulenza giuridica

Con Risposta a consulenza giuridica 9 novembre 2020, n. 11, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è applicabile l’aliquota IVA agevolata al 10% alle verifiche obbligatorie su impianti installati in fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, posto che le verifiche di cui agli articoli 13 e 14 del DPR n. 162/1999, relative agli impianti elevatori installati in fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, sono riconducibili nell’ambito degli interventi di manutenzione ordinaria. Analogo trattamento non può invece essere riservato alle verifiche periodiche sulla sicurezza e l’efficienza delle attrezzature da lavoro messe a disposizione ai lavoratori dal datore di lavoro, soggette a controlli periodici obbligatori, in quanto si tratta di “attrezzature da lavoro” e non di impianti tecnologici al […]

Decreto Ristori-bis: pubblicazione in G.U.

È stato pubblicato in G.U. 9 novembre 2020, n. 279, il D.L. n. 149/2020, c.d. “Decreto Ristori-bis”, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Il Decreto prevede disposizioni a favore dei soggetti che esercitano attività economiche sospese, locate nelle aree territoriali caratterizzate da uno scenario di massima gravità (zone rosse), al fine di alleviare il peso economico delle più recenti provvedimenti restrittivi. Fra le misure contenute nel Decreto si segnalano le seguenti: ampliamento delle categorie di attività beneficiarie del contributo a fondo perduto di cui al D.L. n. 137/2020;credito d’imposta sugli affitti commerciali;sospensione dei pagamenti IVA e delle ritenute in scadenza il […]

Ripresa versamenti sospesi iscritti IVS: ulteriori indicazioni INPS

Con Messaggio 9 novembre 2020, n. 4161, l’INPS ha fornito delle ulteriori indicazioni sulle modalità di versamento dei contributi sospesi per gli iscritti all’IVS causa emergenza covid. Riprendendo quanto già indicato nel Messaggio 20 luglio 2020, n. 2871, l’Istituto ha precisato che l’errata indicazione della codeline da utilizzare per il versamento, anche con riferimento ad uno solo degli elementi che vengono richiesti per la compilazione del modello F24, non ne consente l’acquisizione automatizzata e determina, quindi, un ritardo nell’accredito del versamento e nell’implementazione della posizione assicurativa. La codeline deve essere utilizzata anche per le rate successive alla prima, al fine di consentire il coretto abbinamento con l’istanza di dilazione della contribuzione sospesa. fonte SEAC spa