Rimborso credito IVA per acquisto stazioni ricarica veicoli elettrici: Interpello

Con Risposta ad Interpello 22 ottobre 2020, n. 497, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al rimborso del credito IVA per l’acquisto di stazioni di ricarica dei veicoli elettrici denominate “Electric Vehicle Charger” (“EVC”).

Nel caso di specie, una società acquista, per lo svolgimento della propria attività economica, le EVC con componenti accessorie e le installa, principalmente, su beni terzi (suolo pubblico o aree private ad accesso pubblico) con modalità tali da non essere irreversibilmente integrate al suolo. Le EVC in questione, quindi, sono per la società beni strumentali ammortizzabili ai sensi dell’art. 102, TUIR.

L’Agenzia sottolinea che può essere richiesto il rimborso del credito IVA (superiore a 2.582,28 euro) risultante dalla dichiarazione annuale, per l’acquisto di stazioni di ricarica per veicoli elettrici (comprese le spese accessorie necessarie per il funzionamento) ex art. 30, comma 2, lett. c), D.P.R. n. 633/72.

fonte SEAC spa