Regime di non imponibilità IVA per servizi nei porti: Risposta ad interpello

Con Risposta ad interpello 27 ottobre 2020, n. 501, l’Agenzia delle Entrate si è espressa sull’applicabilità del regime di non imponibilità IVA ex articolo 9, comma 1, n. 6), D.P.R. n. 633/1972, per attività di servizi nei porti, nel caso in cui l’istante sottoscriva un’Associazione temporanea di imprese e dei contratti di subappalto coi fornitori, alle prestazioni rese dalla Capogruppo dell’ATI al committente.

Secondo l’Agenzia la non imponibilità IVA è applicabile se le prestazioni disciplinate dai vari contratti stipulati tra i diversi soggetti coinvolti nell’intervento rientrano tra quelle di cui al citato articolo 9, comma 1, numero 6), indipendentemente dal numero di passaggi che possono intercorrere tra i vari soggetti.

fonte SEAC spa