Fattura elettronica preceduta da scontrino: va indicato l’identificativo alfanumerico dell’RT

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato sul proprio sito internet, all’interno dell’area tematica “Fatturazione elettronica”, alcune Faq pubblicate in precedenza.

In particolare è stata integrata la Faq n. 45 (del 21 dicembre 2018) precisando che in presenza di fatture elettroniche precedute dall’emissione di scontrino, ricevuta o documento commerciale (nel caso di trasmissione telematica dei corrispettivi) nel campo “RiferimentoTesto” del tracciato della fattura elettronica, oltre a riportare (come già previsto) il numero dello scontrino, deve essere esplicitato l’identificativo alfanumerico del registratore telematico o del server RT relativo ad un documento commerciale.

Inoltre sono state aggiornate tutte le Faq riguardanti il servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” in quanto, con il Provvedimento 23 settembre 2020 l’Agenzia delle Entrate ha ampliato il periodo transitorio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici prevedendo la possibilità di effettuare l’adesione al servizio di consultazione dal 1° luglio 2019 fino al 28 febbraio 2021 (anziché fino al 30 settembre 2020).

fonte SEAC spa