Archivi Mensili: Settembre 2020

Credito d’imposta per i servizi digitali: D.P.C.M. 4 agosto 2020 in G.U.

È stato pubblicato sulla G.U. 28 settembre 2020, n. 240, il D.P.C.M. 4 agosto 2020 recante le disposizioni applicative per la concessione del credito d’imposta per i servizi digitali, introdotto dall’articolo 190, D.L. n. 34/2020 (Decreto Rilancio). Il credito per l’anno 2020 è pari al 30% della spesa effettivamente sostenuta nell’anno 2019 per i seguenti servizi digitali: acquisizione dei servizi di server, hosting e manutenzione evolutiva per le testate edite in formato digitale;information technology di gestione della connettività; ed è riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e di periodici, iscritte al registro degli operatori di comunicazione, che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato. fonte SEAC spa

Gettoniera a moneta per il servizio di pesa pubblica e certificazione dei corrispettivi

Con Risposta 29 settembre 2020, n. 417, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla certificazione dei corrispettivi per il servizio di pesa pubblica la cui funzione avviene tramite una gettoniera a moneta. L’Agenzia, innanzitutto, richiama le precisazioni fornite con la Risoluzione n. 116/2016 e con la Risposta 5 febbraio 2020, n. 20, secondo le quali le macchine che erogano gettoni per il servizio di auto-lavaggio (quando rispettano i requisiti dei Provvedimenti 30 giugno 2016 e 30 marzo 2017) sono considerate distributori automatici o vending machine, e sono sottoposte, pertanto, alla disciplina della memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi. In linea generale, pertanto, anche la gettoniera a moneta utilizzata per la pesa pubblica viene considerata […]

Superbonus 110%: chiarimenti sui limiti di spesa

Con Risoluzione 28 settembre 2020, n. 60, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in materia di Superbonus 110%(artt. 119 e 121, D.L. n. 34/2020) in relazione ai limiti di spesa per gli interventi cd. “trainanti” e “trainati” realizzati sulle parti comuni di un edificio in condominio e sulle singole unità immobiliari. In particolare, l’Agenzia, riprendendo un parere reso dal MISE, ha chiarito che il limite di spesa di 48.000 euro complessivo per l’intero condominio è da intendersi riferito distintamente agli interventi di installazione degli impianti solari fotovoltaici e dei sistemi di accumulo integrati nei predetti impianti e non cumulativamente, come era stato, invece, previsto dalla Circolare n. 24/2020. fonte SEAC spa

Memorizzazione e invio telematico dei corrispettivi derivanti dalle Vendite delivery

Con Risposta ad interpello 28 settembre 2020, n. 416, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito ai corrispettivi derivanti dalle “Vendite delivery”. In particolare, l’amministrazione finanziaria chiarisce che l’operazione di vendita che l’istante intende realizzare è configurabile come“commercio elettronico indiretto“ posto che le fasi di ordinazione, pagamento dei beni da acquistare e stipula del contratto di vendita sono interamente gestite telematicamente tramite app o sito internet, mentre la relativa consegna fisica dei beni avviene mediante modalità tradizionali. Ne deriva l’esonero dall’obbligo di certificazione, anche telematica, dei corrispettivi delle“Vendite Delivery”, salva la facoltà di adempiervi in base all’articolo 1, comma 3, Decreto MEF 10 maggio 2019. Inoltre, posto che i beni finalizzati alle […]

Interventi su facciate non visibili da suolo pubblico: chiarimenti sul “Bonus facciate”

Con due distinte Risposte ad Interpello, l’Agenzia delle Entrate è tornata a fornire chiarimenti in merito alla fruizione del cd. “Bonus facciate” (art. 1, commi 219-223, Legge n. 160/2019). Con Risposta ad Interpello 28 settembre 2020, n. 415, l’Agenzia ha infatti chiarito che gli interventi effettuati su una facciata non visibile dalla strada ad uso pubblico (nel caso specifico la parete posteriore dell’edificio), non possono essere agevolati con la detrazione in esame. Tale orientamento è stato confermato con la successiva Risposta ad Interpello 29 settembre 2020, n. 418; in particolare è stato ribadito che il requisito della visibilità (anche parziale) dell’edificio dalla strada o suolo pubblico, è necessario non solo con rifermento alle facciate esterne, ma anche alle facciate […]

Interventi sui balconi agevolabili con il cd. “bonus facciate”

Con Risposta ad Interpello 25 settembre 2020, n. 411, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’applicabilità del cd. “bonus facciate”, disciplinato dall’art. 1, commi da 219 a 223, Legge n. 160/2019, a specifici interventi da eseguire sui balconi. L’Agenzia chiarisce che la detrazione spetta per gli interventi di: consolidamento, ripristino, inclusa la mera pulitura e tinteggiatura della superficie o rinnovo degli elementi costitutivi degli stessi e per gli altri eventuali costi collegati;rimozione, impermeabilizzazione e rifacimento della pavimentazione del balcone;rimozione e riparazione delle parti ammalorate dei sotto-balconi e dei frontalini e successiva tinteggiatura. fonte SEAC spa

Versamento sanzioni amministrative pecuniarie in materia di giochi: codici tributo

Con Risoluzione 25 settembre 2020, n. 59, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui agli articoli 27, commi 8 e 9, 28 e 31, comma 1, D.L. n. 124/2019 e all’art. 9-quater, D.L. n. 87/2018. I codici tributo istituiti sono: “5473” denominato “Sanzione pecuniaria amministrativa di cui all’art. 27, comma 8 – d.l. n. 124/2019”;“5474” denominato “Sanzione pecuniaria amministrativa di cui all’art. 27, comma 9 – d.l. n. 124/2019”;“5475” denominato “Sanzione pecuniaria amministrativa di cui all’art. 28 – d.l. n. 124/2019”;“5476” denominato “Sanzione pecuniaria amministrativa di cui all’art. 31, comma 1 – d.l. n. 124/2019”;“5477” denominato “Sanzione pecuniaria amministrativa di cui all’art. 9-quater – d.l. n. 87/2018”. fonte SEAC spa

Incentivi per infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici: Risposta ad Interpello

Con Risposta ad Interpello 25 settembre 2020, n. 412, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sugli incentivi fiscali previsti per l’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, (art. 16-ter, D.L. n. 63/2013). In particolare, l’Agenzia ha precisato che il limite massimo di 7 kW di potenza addizionale relativo all’impianto di ricarica previsto per godere degli incentivi “si riferisce all’ulteriore richiesta di potenza aggiuntiva da parte dell’utente e che, quindi, si aggiunge a quella già a sua disposizione“. Esso non rappresenta quindi un limite assoluto alla potenza del medesimo. fonte SEAC spa

Ammesso il “Superbonus 110%” per lavori sull’involucro eseguiti dai singoli condomini

Con Risposta ad Interpello 24 settembre 2020, n. 408, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al riconoscimento della maxi detrazione 110%, prevista dall’art. 119, D.L. n. 34/2020, per interventi eseguiti sulle parti comuni condominiali da parte dei singoli condomini. Nel caso di specie l’Agenzia ha ammesso la detrazione maggiorata per interventi di riqualificazione energetica autorizzati dall’assemblea condominiale, che interessano la parte dell’involucro dell’edificio riguardante l’unità abitativa del singolo condomino, a condizione che tali interventi: interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo;assicurino il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o il conseguimento della classe energetica più alta. L’Agenzia ha inoltre sottolineato che non può essere riconosciuta la detrazione del 110%, né per […]

Servizio di quadratura e reinoltro delle fatture e delle notifiche da e verso SdI: Provvedimento

Con Provvedimento 23 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha apportato delle modifiche al Provvedimento 30 aprile 2018 in materia di fatturazione elettronica. In particolare, nell’ottica di efficientamento del processo di fatturazione elettronica, per i soggetti che trasmettono e ricevono le fatture elettroniche mediante “web service”, l’Agenzia ha previsto un servizio per lo scambio dei dati con SdI, in grado di produrre un report di quadratura delle fatture elettroniche e delle notifiche scambiate tra quest’ultimo ed il soggetto, in qualità esso sia di ricevente, sia di trasmittente. Tale funzione prevede un servizio per il reinoltro delle fatture elettroniche e delle notifiche che non sono state recapitate al soggetto e che si trovano, quindi, nello stato di “impossibilità di recapito”. Il buon esito di tale reinoltro […]