Archivi Mensili: Maggio 2020

Erogazioni liberali COVID-19: modalità e documentazione per detrarre / dedurre

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente chiarito le condizioni per poter fruire della detrazione / deduzione delle erogazioni liberali effettuate per sostenere le attività di contenimento / gestione dell’emergenza da COVID-19. In particolare l’Agenzia precisa che: in linea generale vanno rispettate le ordinarie disposizioni previste per la detraibilità / deducibilità delle erogazioni liberali quali, il versamento con strumenti tracciabili (sono esclusi dal beneficio fiscale i versamenti in contanti), la ricevuta ovvero l’estratto conto della carta di credito / debito / prepagata da cui sia desumibile il soggetto beneficiario, il carattere di liberalità e la finalità; per i versamenti effettuati direttamente su uno dei c/c della Protezione Civile appositamente istituiti, è sufficiente […]

Acquisto mascherine: detraibili se e come “dispositivi medici”

Nell’ambito dei recenti chiarimenti in merito alle disposizioni previste dal c.d. “Decreto Cura Italia” e “Decreto Liquidità”, l’Agenzia delle Entrate ha affrontato anche la detraibilità delle spese di acquisto di mascherine, il cui utilizzo è stato “imposto” dalle disposizioni per la gestione / contenimento dell’emergenza COVID-19, specificando che è possibile fruire della detrazione IRPEF del 19% prevista per le spese sanitarie soltanto nel caso in cui le stesse presentano caratteristiche tali da poter essere classificate “dispositivi medici”. Conseguentemente, per poter detrarre la spesa è necessario che sussistano tutte le condizioni, sia per quanto riguarda le caratteristiche della mascherina che per quanto riguarda la documentazione attestante la spesa, richieste per le […]

Emergenza Coronavirus: approvato il cd. “Decreto Rilancio”

In data 13 maggio 2020, il Consiglio dei Ministri ha approvato il cd. “Decreto Rilancio”, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il quale introduce misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tra le numerose misure previste: i datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”, per massimo 9 settimane per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020, incrementate di ulteriori 5 settimane nel medesimo periodo […]

Parrucchieri e altri trattamenti estetici: online il documento tecnico dell’INAIL per la Fase 2

Per fronteggiare la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus, l’INAIL ha predisposto un documento tecnico con le misure per il contenimento del contagio da COVID-19 anche per il settore della cura della persona: servizi dei parrucchieri e altri trattamenti estetici. In particolare, il documento analizza l’impatto dell’emergenza sanitaria attuale sul sopra citato settore, prevedendo delle disposizioni organizzative, di prevenzione e protezione, con l’aggiunta di misure specifiche per i lavoratori del settore in riferimento alle norme igienico-sanitarie da rispettare e all’utilizzo di dispositivi di protezione individuale (mascherina chirurgica, guanti, visiere o schermi facciali). fonte SEAC spa

Inps: tentativo di truffa tramite phishing

04/05/2020 L’Inps avvisa gli utenti che è in corso un tentativo di truffa tramite email di phishing finalizzata a sottrarre fraudolentemente il numero della carta di credito, con la falsa motivazione che servirebbe a ottenere un rimborso o il pagamento del Bonus 600 euro. Si invitano tutti gli utenti ad ignorare email che propongono di cliccare su un link per ottenere il pagamento del Bonus 600 euro o qualsiasi forma di rimborso da parte dell’Inps. Si ricorda che le informazioni sulle prestazioni Inps sono consultabili esclusivamente accedendo direttamente dal portale www.inps.it e che l’Inps, per motivi di sicurezza, non invia in nessun caso mail contenenti link cliccabili.